mercoledì 31 ottobre 2018

Random Stuff Of The Month #6: October

Ottobre è volato. Anche se ci sono stati momenti in cui mi sembrava non voler passare mai. 
Sono contenta che nell'ultimo mese il blog abbia ripreso vita: quattro post sono un bel traguardo, considerato lo stato comatoso in cui riversava da troppo tempo.
E quindi rieccoci con il tanto amato, almeno dalla sottoscritta, elenco delle cose che lo hanno caratterizzato.

MAKE-UP


Mi sono truccata molto nell'ultimo periodo, riscoprendo in parte la voglia di giocare con i colori che mi era un po' mancata. Nella maggior parte dei casi sono andata a ripescare quella che forse potrei definire la mia palette preferita, per qualità, per scelta cromatica e per valore affettivo, la Venus II di LimeCrime, un regalo prezioso ricevuto in quel di New York (trovate QUI il post dedicato). Con gli ombretti che ho utilizzato di più, l'abbinamento prediletto è stato con il Nabla Dreamy Matte Liquid Lipstick in Middle Karma.
Potete vedere un esempio su Instagram.

MUSICA


Ho scoperto questa canzone per caso e me ne sono innamorata, tanto da ritrovarmi a canticchiarla più volte nel corso del mese. 


Il 2 Novembre uscirà in Italia la versione DVD Live Concert dell'album Synthesis degli Evanescence, già rilasciata negli USA. Se seguite il blog dagli inizi saprete che ho una vera e propria passione per la band e soprattutto per la meravigliosa Amy Lee e per la sua voce. In attesa del lancio, sul canale YouTube sono stati pubblicati diversi video del concerto, uno più bello dell'altro, ma tra tutti amo la versione di My Heart Is Broken, che ho ascoltato e visto un numero imbarazzante di volte.

FOOD&BEVERAGES


Il momento che più amo al mattino è la pausa caffè. Amo il caffè, ne berrei a litri, soprattutto lungo in stile americano, ma me ne concedo solo uno al giorno per motivi di eccitabilità, che qua già non si dorme, la notte. Poi però arriva quel momento terribile in cui finisci le capsule e, in qualche modo, ti devi arrangiare. Ho provato le compatibili, che trovo facilmente, ma per la Bialetti non c'è molta scelta e quelle che ho trovato sono al limite del pessimo. Il caffè tradizionalmente preparato nella moka non mi basta, dovrei comprare una moka da 12 tazze. Proverei il solubile, ma trovo che abbia un costo spropositato. Insomma, per farla breve, ho acquistato una confezione di Orzoro. Fa ridere eh?! Lo so. In realtà mi piace e soddisfa la voglia di caffè, probabilmente anche perché ne contiene un po'. Ha un costo irrisorio e con 5g ne ricavo un bel tazzone. Minima spesa, massima resa.


Fissa di Ottobre, per quanto riguarda il cibo, sono state le zucchine grigliate, con cui accompagnerei qualsiasi secondo.

ACCESSORI


A Marzo ho tagliato i capelli. Ci credete che mi viene ancora da piangere al pensiero? Ho fatto una stupidata immane. Stanno ricrescendo, troppo lentamente per i miei gusti, e adesso hanno raggiunto quella misura media che odio e che non riesco a gestire, tanto da legarli praticamente sempre. E con i capelli legati mi piace portare gli orecchini, che sono stati quindi l'accessorio di Ottobre. Rigorosamente patacchette low cost.

ABBIGLIAMENTO


Il mio meravigliosissimo trench di Stradivarius... lo amo alla follia!

LETTURE


Dopo aver terminato due libri particolarmente impegnativi, la mia scelta è ricaduta su di un ebook che giaceva nel Kindle da tantissimo tempo, probabilmente acquistato con qualche offerta del giorno.
E' stata una lettura tutto sommato piacevole, molto semplice ma a tratti emozionante.

SERIE TV


Iniziata alla fine del mese e viste solo due puntate ma promette davvero bene e non vedo l'ora di continuare.

MOVIES

Vi ho parlato della maratona cinematografica QUI.

PASSIONI


Ce ne sono state tante che sono riuscita nonostante tutto a coltivare, ma vorrei menzionare il blog, che mi era mancato e che è stato davvero bello riprendere in mano ed è stato bello ritrovare voi, a leggere e commentare.

MOMENTI


Da anni ormai faccio orgogliosamente parte di Make-A-Wish e non è stato facile, come unica volontaria della Puglia, coprire una regione così grande e con tante richieste. Negli ultimi due anni però la situazione sta cambiando e sempre più persone vogliono far parte di questa famiglia. Sabato scorso si è tenuto il training per l'accoglienza e la formazione dei nuovi volontari ed è stato un momento davvero emozionante ed entusiasmante!

E voi? Che mi raccontate? Com'è stato il vostro Ottobre?

Alla prossima,

Miki.

giovedì 25 ottobre 2018

Halloween Movies Marathon

2019... mi sono portata avanti -__-

Mi piace tanto avere piccole tradizioni e ricorrenze, da condividere con persone speciali o da portare avanti da sola. Una di queste riguarda Halloween, una festa che racchiude la bellezza dell'autunno, mia stagione preferita, e che mette fine ad Ottobre, oramai da troppo tempo mese pieno di eventi negativi e sofferenza. E che anche quest'anno non si è smentito, anzi ha dato il meglio di sé.
Ma pensiamo alle cose belle...
Per il 31 mi piace preparare una cena a base di zucca, dal primo al dolce. Di solito i piatti sono: gnocchi saltati con burro e salvia, plumcake salato e muffin con cuore di cioccolato.  Fatemi sapere se vi interessano le ricette.
Quest'anno sono indecisa sugli gnocchi, probabilmente li sostituirò con ravioli integrali al ripieno di zucca e provola. Ci devo pensare.
Detto tra noi, vorrei intagliare anche una lanterna, se il risultato sarà soddisfacente ve la farò vedere.
Ma quello che più mi fa sentire l'atmosfera di Halloween è vedere alcuni film, soprattutto Il Corvo e Nightmare Before Christmas.
Di solito, aspettavo l'ultima sera di Ottobre per vedere l'uno o l'altro, un anno uno e l'anno successivo l'altro, alternandoli. Ma quest'anno ho pensato che sarebbe stato bello creare una lista di film e intraprendere una sorta di maratona, per prolungare l'atmosfera di questa ricorrenza e approfittarne per vedere alcuni tra i miei film preferiti.


Ovviamente, non potevo non dedicare alla cosa due pagine del mio bullet journal.

I film che ho scelto quest'anno sono:

10) The Addams Family.
Ogni volta che guardo questo film mi chiedo perché non lo faccia più spesso. Lo trovo davvero carinissimo e divertente. Sicuramente guarderò anche il secondo capitolo al più presto.

9) Beetlejuice.
Non rientra tra i miei film preferiti del maestro, ma ha un suo valore oggettivo ed è comunque perfetto in questo periodo.

8) Dark Shadows.
Ho sempre rimandato la visione di questo film e non so nemmeno io perché. Ho voluto inserirlo nella maratona proprio per dargli una possibilità. E speriamo che Burton non mi deluda.

7) Corpse Bride.
Un classicone irrinunciabile che guardo volentieri, anche se non arriverà mai al mio numero uno in classifica.

6) Sweeney Todd: the demon barber of Fleet Street.
Storia bellissima, cast eccezionale, colonna sonora perfetta. Non c'è molto da dire su questo film. Lo adoro e lo riguardo sempre volentieri.

5) Alice in Wonderland.
Probabilmente è il film che meno degli altri ha senso in questa lista. Ma per me tutto ciò che è Burton va bene con Halloween. Riguardarlo mi ha ricordato che devo ancora vedere il seguito.

4) Practical Magic.
L'unico film propriamente d'amore, scoperto per caso qualche anno fa (nel mio periodo Nicole Kidman).

3) Stardust.
Amo questo film. Lo rivedrei in continuazione anche solo per la scena con Robert De Niro. Probabilmente non presenta le tipiche atmosfere halloweeniane, ma ci sono le streghe, la magia... va bene così.

Non posso assegnare il primo ed il secondo posto agli ultimi due film della lista perché non potrei mai scegliere. Adoro entrambi per una serie lunghissima di motivi. Si tratta di due film che non mi stancherò mai di vedere, di cantarne le canzoni o di recitarne a memoria le battute. Mi sono cari come può essere cara una persona, probabilmente perché ad una persona sono legati e conserverò sempre la tradizione di guardarli almeno una volta all'anno, in questo periodo.
I film di cui parlo sono The Crow e Nightmare Before Christmas.

Ovviamente, non poteva mancare la colonna sonora, e su questa non ci sono assolutamente dubbi:



E voi? Avete tradizioni di Halloween? Film o canzoni preferite o, magari, qualche ricetta da suggerire. Scrivetemi tutto nei commenti.

Alla prossima,

Miki.

venerdì 12 ottobre 2018

Ricetta Fit Pancake o Cicciopancake


Tra le cose di Settembre, in questo post, vi ho mostrato la mia colazione preferita in assoluto!
Come vi ho accennato lì, è da Marzo dello scorso anno che sono seguita da un biologo nutrizionista, ho perso 10kg, ma il traguardo più grande, per me, è stato quello di acquisire la sicurezza sufficiente per approcciarmi al cibo in un modo diverso, più consapevole, controllato ma privo di grandi restrizioni. Attualmente non ho una dieta rigida da seguire, ma solo indicazioni su calorie e macronutrienti. Ciò mi consente di gestire i pasti come più mi piace, inserendo gli alimenti di cui ho voglia in quel determinato momento. Ovviamente nell'ottica di un'alimentazione sana e pulita.
La colazione rimane il mio pasto preferito della giornata. 
Io mi alzo molto presto, di solito dopo notti insonni o poche ore di riposo, e sento proprio il bisogno di qualcosa che mi dia la carica. Odio i biscotti, odio le merendine, non parliamo proprio di yogurt e affini e, soprattutto, dell'accoppiata fette biscottate e marmellata. Bleah! Io ho bisogno di colazioni abbondanti, che però non mi appesantiscano e che mi soddisfino sia alla vista che al palato.
Il pancake è la scelta perfetta per me! Che sia dolce o salato.
Ci sono tantissimi modi per realizzare un pancake alto e soffice, si possono usare tantissime farine diverse e ingredienti per dare sapore. Io ho trovato un mio modo bilanciato e che mi soddisfa molto:

INGREDIENTI
per il pancake


- 40g di farine
- 100g di albume
- 50g di yogurt greco o polpe di frutta in base a quante proteine e carboidrati devo assumere durante la giornata
- 1g di lievito in polvere

Quali farine usare?

Integrale, di riso, di farro, le proteiche come quella di lupini o ceci, ma io prediligo l'avena, che ha proprietà eccezionali. Ancora meglio l'avena istantanea integrale, che sia neutra o aromatizzata.
Le mie preferite sono quelle che acquisto sul sito prozis.it.
Di solito mescolo 30g di avena istantanea con 10g di crusca d'avena.

Bisogna usare per forza l'albume?

No. Dipende dai vostri obiettivi nutrizionali. All'inizio usavo acqua, in proporzione 1:1 con la farina. Il pancake verrà più basso e meno consistente. L'albume, soprattutto se sbattete qualche minuto il composto con una frusta, dà una consistenza migliore, soffice, renderà il pancake più buono e vi darà un'ottima quota di proteine, che è il motivo per cui io lo utilizzo.
Se non siete intolleranti, come me, potreste usare anche latte. O bevande vegetali, se vi piacciono.

Lo yogurt o la frutta sono obbligatori?

Potrei scrivere la stessa cosa che ho scritto qui sopra. Aggiungere yogurt greco (0,1% di grassi nel mio caso) conferisce più sofficezza. Stessa cosa per le polpe di frutta. Io uso mezza banana schiacciata oppure 50g di polpa di mela o di prugna. Uso lo yogurt quando voglio aumentare la quota proteica, la frutta per aumentare quella glucidica. Ma non sono assolutamente obbligatori. Il pancake sarà buono anche senza.
Ovviamente potete usare lo yogurt che più vi piace.

Posso sostituire il lievito?

Sì, con bicarbonato attivato da qualche goccia di limone o aceto. Io non ho mai provato perché mi trovo bene così.

Ovviamente potete sbizzarrirvi come volete. Si possono aggiungere tantissime cose: scaglie di cocco, frutta in pezzi, cannella, semi di papavero, semi di chia, frutta secca e tanto altro. Divertitevi. Perché il cibo è anche divertimento...

INGREDIENTI
per i topping

- 5g di cacao amaro in polvere
- acqua quanto basta
(mischiate con una forchettina fino a formare una crema morbida. Potete usare il latte al posto dell'acqua e zucchero o dolcificante se lo volete dolce)

- 10g burro d'arachidi

- 10g di Choco Butter

- 20g marmellata senza zucchero



Non metto tutte queste cose insieme.
Eccovi alcuni esempi:

Farina di avena neutra e topping di marmellata light ai frutti di bosco

Farina di avena neutra con cannella, topping di burro di arachidi e banana a rondelle

Farina d'avena aromatizzata, cremina al cacao amaro e nocciole tritate

Farina d'avena neutra, fesa di tacchino e pomodorini
Farina d'avena neutra con fesa di tacchino e grana


Ma adesso veniamo alla cosa più importante per la realizzazione di questa ricetta!

Come cuocere il pancake?


Potete farlo nel modo tradizionale, magari facendone anche più di uno con la stessa quantità di impasto, su una padella antiaderente. Oppure, per realizzare il cicciopancake vi servirà un pentolino dai bordi alti, sempre antiaderente, munito di coperchio e dal diametro di 12, 14, massimo 16cm.
Io metto a scaldare il pentolino sul fornello piccolo, a fuoco basso. Nel frattempo preparo l'impasto e quando è pronto lo verso, coprendo e lasciando cuocere lentamente per 15/20 min (potete prepararlo anche la sera prima e scaldarlo il mattino dopo). Il tempo di cottura dipende molto dagli ingredienti. Se aggiungete la frutta, ad esempio, ci vorrà di più. Quando la superficie apparirà sufficientemente asciutta, potete girarlo e farlo cuocere altri 4 o 5 minuti.
Per non farlo attaccare potete utilizzare un disco di carta forno oppure potete oliare un po' il pentolino o utilizzare uno di quegli spray appositi.

E voi come fate colazione?

Fatemi sapere se proverete a fare il mio cicciopancake e se vi è piaciuto. Oggi penso proprio che mi cimenterò con una versione halloweeniana. Stay tuned!

Alla prossima,

Miki.

PS: se volete vedere cosa mangio e prendere spunto per ricettine semplici ma sane, potete seguirmi su @mikiinthehealthyland

lunedì 8 ottobre 2018

Wishlist d'autunno

Compilare wishlist e riempire carrelli, anche senza inoltrare l'acquisto, rimane per me uno dei migliori anti-stress. Dopo aver fatto il mio dovere, dopo essermi allenata, dopo aver portato fuori la mia Amy e aver giocato un po' con lei, se mi rimane tempo, preparo una tisana, apro il mio social preferito, Instagram, e aggiungo in calce cose. Come se non bastasse, ci si mettono anche le newsletter dei miei siti di abbigliamento preferiti, i cui carrelli virtuali traboccano. 
E allora perché non farne un post e condividere con voi questi desideri autunnali? 
Per non essere troppo prolissa, rischio che corro sempre quando mi metto di fronte ad un foglio bianco, che sia virtuale o cartaceo, cercherò di limitarmi a poche categorie e tre cose per ognuna, ma sappiate che la lista, quella vera, è molto più lunga di così.

MAKEUP


The Matte Bundle è la palette composta da tutti i nuovi ombretti opachi di Nabla ed io amo gli ombretti opachi di Nabla. Il costo è davvero proibitivo per me al momento ma si trova in offerta a €74,41.

Più accessibile, in teoria, è la palette di Clio, la First Love, di cui ho sentito e letto sia lodi entusiastiche che critiche avvelenate. A me piace e contiene tutti colori che userei spessissimo. Il prezzo è di € 32,50.

Mac Cosmetics lancia un nuovo finish di rossetti ed è già frenesia. Vedo haul e swatches in ogni dove. Io non ho la possibilità di vederli dal vivo, ma ci sono davvero tantissimi colori che mi incuriosiscono, uno dei quali è Devoted to Chili. Costo €19,90.

SKINCARE


L'Eau Micellaire di Centifolia è stato l'ultimo struccante acquistato e, purtroppo, terminato. Non potrei compararlo con nulla, la migliore acqua micellare mai utilizzata in vita mia. E non vedo l'ora di ricomprarla.

Biofficina Toscana ha lanciato sul mercato le sue maschere viso sia in tessuto che spalmabili. Inutile dire che mi incuriosiscono tutte, ma per iniziare proverei di certo la Maschera In Argilla Nera Detox Illuminante. Voi le avete già provate?

Dopo la grande delusione dell'olio di rosa della Deciem alias The Ordinary, di cui vi parlerò nel prossimo post di prodotti finiti, vorrei riprendere i miei oli per il viso preferiti, quelli di Khadi, che potete trovare anche in praticissime mini size, che adoro e che mi consentono di utilizzare tutto il prodotto prima che irrancidisca. L'olio alla Viola sarebbe perfetto per questo momento di transizione climatica.

ABBIGLIAMENTO


Nulla di particolarmente costoso qui. Tutti e tre sono abiti di Pull&Bear e mi servirebbero per rimpiazzare ciò che ho scartato perché troppo grande nell'ultimo cambio dell'armadio. 

Quello rosso fa troppo The Handmaid's Tale per non desiderarlo, anche se ha ben poco di autunnale o invernale. 

Il senape dovrei provarlo, perché dal mio metro e un puffo credo sarebbe troppo lungo.

Il tubino nero è quello che mi piace di più e c'è anche in un bellissimo color rosa antico, che però non penso sfini  molto.

ACCESSORI


I miei genitori mi hanno regalato un meraviglioso trench marrone. Ancora non l'ho indossato e spero di riuscire a farlo prima che arrivi il freddo vero. Ma con lui ci vedrei meravigliosamente gli Erika di RayBan. Se la palette Nabla era inaccessibile, figuratevi questi!

Stesso discorso per il secchiello Ella di Guess.

Lo zainetto di Pull&Bear è rappresentativo della categoria. Vorrei qualcosa di piccolo e morbido da mettere in spalla senza preoccuparmi troppo e trovo che il blu sarebbe un'ottima scelta.

SCARPE



Prima o poi prenderò un paio di Saucony. Le ho viste nella vetrina di una negozio qualche giorno fa e me ne sono innamorata. Mi sembrano un ottimo compromesso tra scarpa da ginnastica e scarpa da tutti i giorni. Inutile dire che, da quando le ho viste, le ho notate ai piedi di un sacco di ragazze e le ho trovate, indossate, ancora più belle. Non ho idea del prezzo, ma credo proprio costicchino...

Lo scorso inverno ho cercato in lungo ed in largo un paio di mocassini con un po' di tacco e le nappine, comodi ma, secondo me, sufficientemente eleganti, ma non ho trovato nulla. Spero di essere più fortunata quest'anno. Questi in foto sono di River Island e si trovano su Zalando, ma preferirei trovarli e provarli dal vivo.

Anche per il terzo paio, la foto è a titolo di esempio. Quest'anno ho bisogno di un paio di over knee boots. Ora che finalmente le mie cosce non hanno più il diametro di una mortadella e la consistenza della ricotta, me li posso permettere! Peccato che con la mia bassezza la maggior parte degli stivali al ginocchio mi arrivi all'inguine...

LIBRI


Ormai leggo quasi ed esclusivamente su Kindle, è più pratico, mi ha risolto il problema dello spazio in casa e del peso in borsa, ma ci sono alcuni volumi che mi piacerebbe avere cartacei, come questi tre. Non mi dilungo in riflessioni inutili, considerando che non li ho letti, vi lascio direttamente i link alle loro trame:

- Il disagio del desiderio
- Impressioniste
- Per non tornare al buio

CARTOLERIA 


Ho avuto una sola Hobonichi, che mi ha accompagnato durante il 2017. Ogni tanto la sfoglio ancora, rileggendo i momenti felici e gli sfoghi dolorosi. Trovo che sia perfetta come diario spirituale. peccato che il prezzo sia davvero eccessivo. Questa versione in pizzo, infatti, costa €87,32, senza le spedizioni e senza la dogana... Insomma, un sogno. Inutile dire che mi accontenterei anche di una versione più semplice e meno costosa.

I nuovi traveler's di Prima Marketing, così come le nuove collezioni di scrapbooking e accessori per la decorazione delle agende, sono semplicemente meravigliosi. Ho già un piccolo midori di questo brand, ma credo che lo venderò perché dal vivo non mi ha mai convinta. Questo della foto invece è delizioso.

Alla fine, però, penso proprio che opterò per una semplice Legami, come depositaria dei miei pensieri per il 2019, o per un'altra semplice agenda, basta che sia giornaliera. Questa mi piace molto, ha le foglie tropicali, pattern che amo, e costa poco: €11,95

FITNESS



Dalla mia fase di obesità, dalla quale sono passati davvero tanti anni, ho perso complessivamente 30kg. Per fortuna non ho pelle in eccesso se non una piccola piega a livello dello stomaco, che dovrebbe riempirsi se gli addominali si decidessero a spuntare. Maledetti! A tale scopo vorrei prendere una panca e sono orientata su questa di Decathlon, che ha un costo di €67,99. E' probabile che me la faccia regalare per il compleanno.

Se non conoscete Project Invictus, beh, conoscetelo! Ho già preso uno dei loro volumi, quello dedicato all'alimentazione e mi piacerebbe tantissimo avere i due dedicati all'esecuzione degli esercizi. Per me, che mi alleno in casa, sarebbe un aiuto enorme.

Quando ho preso la Kettlebell da 8Kg mi sembrava un traguardo enorme, ma adesso è diventata davvero leggera e sento poca fatica durante l'esecuzione degli esercizi. Non so se prenderò questa da 12 o, più probabilmente, amplierò la mia collezione di dischi in ghisa in attesa magari di prendere un peso superiore.

LAST MINUTE

Questa è un'aggiunta extra, fatta poco prima di pubblicare il post. Per colpa di questo video:


E quindi, aggiungiamo in calce alla lista il DVD Synthesis degli Evanescence.

E dopo aver fantasticato un po', torniamo alla vita reale.

Voi come vi rilassate? Compilate wishlist? Reali o surreali?

Vi auguro una buona serata, alla prossima

Miki.


giovedì 4 ottobre 2018

Random Stuff Of The Month #5: Settembre

Ad un anno esatto dall'ultimo post di questo tipo, eccomi di nuovo qui a parlarvi delle cose di Settembre. 
Potrei assolutamente copiare ed incollare l'inizio di quel post, ma evito e vi racconto un po' cosa mi è piaciuto o cosa è stato importante durante lo scorso mese, nella speranza che ritorni qualche lettrice e che si possa chiacchierare un po' nei commenti delle cose che sono piaciute a voi. Come facevamo una volta.
Per adesso manterrò la stessa struttura, ma magari in futuro, se ci sarà un futuro, potrei aggiungere o cambiare qualcosa. 
Si accettano suggerimenti.

MAKE-UP


Settembre è stato il mese in cui ho ricominciato a truccarmi, dopo un estate passata con terra, eyeliner, mascara e rossetto. E visto che le temperature si sono abbassate di mezzo grado, nonostante si schiatti ancora di caldo, io sono entrata nel mood autunnale ed ho rispolverato i miei colori preferiti: i prugna, i borgogna, i marroni caldi. In particolare ho usato tantissimo la palette Dreamy e l'ombretto Mimesis di Nabla, la palette Tartelette Tease di Tarte.
Un altro preferito di Settembre sono alcune spugnette cinesi per l'applicazione del fondotinta. Me le ha portate mia madre di ritorno dal suo negozio cinese di fiducia. Puzzano di plastica e sono gommose. Ma come stendono il fondotinta loro nessuno mai. Fanno un effetto lifting che non ho mai ottenuto con nessuno strumento. E posso affermare con certezza che il merito sia loro, considerando che uso lo stesso fondotinta da mesi. Eccezionali. 

MUSICA


Non amo particolarmente De Gregori, anzi... ma questo duetto mi fa versare tante lacrime ogni volta che ascolto questa canzone. Sono una fan di Elisa dagli esordi, trovo che sia una delle migliori voci italiane mai esistite e probabilmente la più talentuosa nel panorama attuale. Ha creato una poesia. Se non lo avete ancora fatto, ascoltatela.


Quando Sharon chiama, io rispondo. Ed i Within Temptation ne hanno sfornata un'altra delle loro.
Una sola parola per descrivere questa canzone: EPICA!

E adesso momento depressione, perché sapete bene che quando sono triste mi rifugio nella musica e prediligo qualcosa che mi faccia crogiolare ancora di più nella mia disperazione. Sono melodrammatica, lo so.


Ho scoperto questa canzone per caso, perché mio padre mi aveva chiesto di inserirla in un cd. Da allora l'avrò ascoltata centinaia di volte, soprattutto in quest'ultimo mese.
No, provate ad ascoltarla e non piangere.


Questa canzone mi ricorda un'estate felice, spensierata, forse piena di illusioni, ma che conserverò preziosamente nel mio cuore. Adoro, ovviamente, la versione originale, ma sono maggiormente legata a quella degli ALS Project, che me l'hanno fatta scoprire e amare.

FOOD


Sono a dieta da un anno e mezzo. Ho perso dieci chili e da qualche settimana sto affrontando un percorso di ricomposizione corporea, sempre seguita dal mio nutrizionista. Abbiamo svegliato un po' il metabolismo e alzato la portata calorica della dieta. Questo mi consente di concedermi colazioni meravigliose, che consistono in pancake di avena integrale con vari condimenti.
Se vi interessa la ricetta o un post sulla mia dieta, fatemelo sapere nei commenti.
Potete anche seguire il mio diario alimentare su Instagram, cliccando QUI.

ACCESSORI


Quando ho visto, da Lidl, l'agendina col cervo occhialuto, non ho potuto non prenderla. Da allora mi accompagna sempre e ovunque.
Stessa cosa per la pochette di Guess, regalo di compleanno, perfetta per le giornate fuori e per organizzare un po' di makeup da ritocco ed accessori vari. E infine la meravigliosa cover presa su Aliexpress, che sto adorando.

ABBIGLIAMENTO


Questi pantaloni di OVS sono stati un preferito non solo di Settembre ma anche di tutta l'estate 2018. Ne ho adorato la stampa, la vestibilità e la comodità. Indossati sia con le sneakers che col tacco vertiginoso, hanno sempre fatto la loro figura.

LETTURE


Non conoscevo Nellie Bly e mi sono imbattuta per caso in questo libro, grazie ad un'offerta Amazon. Sono stata rapita dalla sua storia e dalla sua vita. Non immaginavo fosse esistita una donna che ha lottato davvero contro tutto e contro tutti per la parità in un periodo in cui il femminismo non esisteva nemmeno come concetto astratto. Mi è piaciuto molto anche lo stile di Attadio, poco romanzato e sentimentale, che mi ha dato modo di affezionarmi naturalmente a Nellie.

PASSIONI


Se prima vedevo l'allenamento come un qualcosa che dovevo fare, adesso è parte integrante della mia vita. Mi serve, sia per il corpo che per la mente, e non riesco a stare ferma nemmeno un giorno.
Non amo la palestra, quindi ho optato da tempo per allenamenti in casa, seguendo vari programmi. Iniziato e mollato Jillian Michaels per noia, amato Shaun T e approdata infine alla meravigliosa Autumn Calabrese, che mi ha fatto scoprire una passione per i pesi che non sapevo di avere, una forza che non sapevo di avere e soprattutto costanza e determinazione incredibili.
80 Day Obsession è un programma abbastanza avanzato, strutturato in sei allenamenti alla settimana, di cui due cardio. Mi sta dando risultati incredibili e penso proprio che lo rifarò anche una terza volta, considerando che attualmente sono alla seconda.

MOMENTI


Non ci sono stati momenti gioiosi a Settembre, soprattutto nella sua seconda parte. Ma piccoli istanti di pace sì, legati soprattutto a piccoli traguardi (come il momento in cui la bilancia ha segnato -10kg esatti) o attimi in cui sono riuscita a chiudere fuori tutto ciò che stava succedendo. Me ne vengono in mente due, in particolare, legati entrambi alla campagna ed alla sensazione di pace che provo quando vado a correre o a camminare con Amy.

E voi? Quali sono state le vostre cose di Settembre?
Se vi va ditemelo in un commento, oppure linkatemi il vostro post.

Alla prossima,

Miki.

mercoledì 2 maggio 2018

Il libro sul comodino #9

Quando ero ragazzina, il mio amore viscerale per i libri e lettura creava un legame così indissolubile con le pagine, che non riuscivo a staccarmi finché non leggevo la parola fine. E, anche in quel momento, non vedevo l'ora di intraprendere un altro viaggio. Oggi è decisamente diverso. Ci sono periodi in cui leggo abbastanza e periodi in cui non leggo affatto. Oggi cerco di destinare nell'arco della giornata un po' di tempo alla lettura. Non lo sento come un obbligo, sia chiaro, ma non mi risulta nemmeno naturale come prima.
Leggendo questo post di Drama, mi è venuta voglia di spendere qualche parola sulle letture che ho terminato ultimamente e su quelle che sono attualmente in corso. 
Non so se sia un ritorno sul blog, magari di quello parleremo più in là, se interessa a qualcuno.



Left Neglected
Lisa Genova

Chi mi legge da tempo ed è abituato ai miei post sui libri sa che nella maggior parte dei casi odio leggere libri tradotti in italiano. A partire dal titolo. Qui si passa da Left Neglected ad Ancora Io e mi chiedo cosa avesse in mente la traduttrice! 
E' la storia di Sarah, che a seguito di un incidente stradale subisce un danno neurologico che comporta la perdita totale della sinistra. Non percepisce più il lato sinistro del suo corpo, non si rende più conto del lato sinistro delle cose, del mondo, della vita, portando lei e la sua famiglia ad affrontare un duro e lungo percorso di riabilitazione, senza alcuna certezza di tornare intera.
Tra i romanzi della Genova, questo è sicuramente quello con cui ho avuto più difficoltà a relazionarmi, probabilmente perché si scopre lentamente, come se andando avanti nella lettura si facesse luce su un lato sinistro che, come la protagonista, anche il lettore fa fatica a vedere. L'ho apprezzato moltissimo nel finale, da cui non riuscivo a staccarmi e che mi ha commossa molto. Se decidete di dare una chance alla Genova, cosa che vi consiglio con tutto il cuore, non iniziate da questo, ma da Still Alice o Love Anthony, rispettivamente Perdersi e Tre Sassi Bianchi.

Inside the O'Brians
Lisa Genova

Il titolo scelto per la traduzione italiana, La scelta di Kate, banalizza il senso di questo romanzo, in cui la Genova ci porta in casa O'Brian, da spettatori di una tragedia inaspettata che coinvolge ogni singolo membro della famiglia. Purtroppo si parla pochissimo di Corea di Huntington, in pochi sanno cosa sia, in pochi sanno cosa implichi una diagnosi di CH. Questo romanzo è un pugno nello stomaco, ti disarma e ti mortifica di fronte alla spietata semplicità con cui una diagnosi cambia la vita una famiglia per sempre.

Lisa Genova è una neuroscienziata. Ciò non implica che i suoi libri siano trattati di neuroscienze, ma anzi è fantastico come riesca a spiegare al comune lettore le basi genetiche e gli sviluppi neurologici di una condizione. Per non parlare del fatto che sa di cosa parla e, al giorno d'oggi, non è assolutamente poco. 

IN LETTURA



Every Note Played
Lisa Genova

Finisco la sua produzione con un libro sulla SLA. Il protagonista è un pianista. Ho detto tutto.

Malacarne
Annacarla Valeriano

Questo libro è stato un regalo inaspettato e graditissimo da parte del mio fidanzato. Non si tratta di un romanzo ma di una sorta di trattato sulla donna internata in manicomio nel periodo fascista, arricchito da foto e testimonianze. Leggo qualche pagina in quei momenti in cui non sono particolarmente stanca, ma non è una lettura semplice, per quanto interessantissima. Vi ricordo che in questo periodo ricorre l'anniversario della Legge Basaglia, argomento e figura che mi stanno particolarmente a cuore.

Labambina
Mariella Mehr

Mi è capitato quasi per caso di vedere Dove cadono le ombre, un film che è stato una secchiata di acqua gelida e che ha fatto luce su una vicenda storica di cui ero completamente ignorante: il genocidio degli Jenish. Mariella Mehr è stata una vittima di tale persecuzione legalizzata e lo racconta in questo romanzo.

Spero che il mio - temporaneo? Occasionale? Boh - ritorno vi abbia fatto piacere. Ringrazio S. per avermi dato l'ispirazione e voi che leggerete. Se vi va, lasciatemi un commento e ditemi cosa state leggendo, cosa avete letto o cosa mi consigliate.

Alla prossima,

Miki.



venerdì 3 febbraio 2017

TAG: #ProdottiPROva 2017 feat. A Lost Girl & Ariel Make Up


Pensare al fatto che questo Tag sia nato nel lontano 2012 mi fa un certo effetto. All'epoca del primo post si trattava di un breve elenco, non troppo organizzato, per appuntarmi ciò che avrei voluto provare nell'anno che stava iniziando, adesso è quasi un'impresa titanica, lunga e faticosa, ma decisamente più puntuale ed organizzata, grazie alla collaborazione con A Lost Girl ed Ariel Make Up, che ormai mi affiancano per il terzo anno consecutivo.
Ma, in cosa consiste il tag dei ProdottiPRO?
Mi è sempre piaciuto definirlo una wishlist ragionata, in cui, per ogni categoria, appuntare almeno un prodotto che sono intenzionata ad acquistare e provare nel corso dell'anno. I motivi che mi spingono a farlo, anno dopo anno, sono molteplici: avere una lista pronta da consultare, segnarmi prodotti che mi hanno incuriosita, fare un bilancio di ciò che ho effettivamente provato e vedere se i miei interessi sono cambiati e come. Riguardo quest'ultimo punto, ho inventato un altro tag, riepilogativo, da compilare a fine anno. Dalla wishlist al cassetto è infatti la resa dei conti finale, per vedere quante voci nella lista abbiamo spuntato e come è andata.
Se volete un esempio pratico, QUI potete trovare i ProdottiPRO del 2016 e QUI il riepilogo.

Le regole da seguire sono poche e semplici, alla base di tutti i tag e ci piacerebbe molto che venissero rispettate, altrimenti tutto ciò non ha molto senso. 

1) taggare MikiInThePinkLand, che ha creato il tag, A Lost Girl (loves make up!) ed Ariel Make Up, che hanno contribuito a renderlo così come lo leggete oggi

2) mantenere l'organizzazione che gli abbiamo dato, senza preoccuparsi di dover rispondere ad ogni voce (magari di una determinata categoria avete già il vostro prodotto del cuore oppure non vi interessa nulla in particolare)

3) taggare tre o più bloggers

4) taggarci e/o utilizzare l'hashtag #ProdottiPROva sui social in modo da poter individuare i vostri post, leggerli e condividerli

Detto ciò, mettetevi molto comodi ed iniziamo!

SKINCARE




Quando hai un prodotto del cuore, difficilmente ti incuriosisce altro, ma il 2016 è stato l'anno in cui ho scoperto il brand Martina Gebhart. Tutte le referenze che ho provato mi sono piaciute tantissimo, le ho trovate adatte alle mie esigenze ed assolutamente efficaci. QUI ne potete trovare un accenno.
Per questo motivo ho assolutamente intenzione di provare altro, tra cui questo detergente. Non si tratta di un sapone ma di un vero e proprio latte, indicato per pelli grasse e porose. Io ho la pelle mista, con zone secche e zone grasse, ma con una grana non troppo sottile ed i pori dilatati. Voglio proprio vedere come si comporta.



Attualmente sto utilizzando ed amando la Tassilo Linde e quando finirà comprerò sicuramente un'altra crema del brand, probabilmente questa alla rosa. In realtà vorrei provarle tutte, ed il fatto che ci siano i mini formati è una cosa fantastica.



Beh, insomma... Avete capito l'andazzo generale. C'è da precisare che nell'ultimo periodo sto utilizzando molto meno gli scrub, è come se non ne sentissi la necessità, probabilmente per una skincare mirata ed efficace. Questo però è un peeling delicato, che mi ha conquistata già alla descrizione: contiene rosa e mela, non so se mi spiego.

- Crema Contorno Occhi: qui non ho proprio nulla da dire. Martina ha creato il mio sacro graal e non lo sostituirei per nulla al mondo.



La crema di questa linea mi ha salvato la vita a New York ed ho già provato un tonico del brand, che mi è piaciuto molto. Questo sarà sicuramente un prossimo acquisto.

- Siero Viso: //



Di questa linea ho utilizzato il meraviglioso tonico mentre, per quanto riguarda le maschere, ho utilizzato una monodose di quella alla salvia, che anche mi è piaciuta molto. In questo periodo, poi, sono in fissa con questa tipologia di prodotto.

- Struccante Viso: //

- Balsamo Labbra: che ve lo dico a fare... Martina ha già provveduto anche a questo.

- Scrub Labbra: //



Chissà come agirebbe su naso e mento, zone decisamente problematiche, per quanto mi riguarda.

BODYCARE

- Crema Corpo: //

- Crema Mani/Unghie/Cuticole: //

- Crema Piedi: //

- Bagnoschiuma/Docciaschiuma: //

Dopo la pessima esperienza con quello ai burri vegetali, di cui potete leggere QUI, voglio dare una possibilità a questo.

- Deodorante: vorrei provarne uno ecobio, ma ancora non so esattamente quale.

- Varie: //

HAIRCARE

- Shampoo: ho una quantità di flaconi imbarazzante, credo di essere coperta per tutto l'anno. Dovessi finire tutto, deciderei al momento.



Anche in questa categoria ho qualcosa da terminare, ma consumo il balsamo molto più velocemente dello shampoo, quindi posso permettermi almeno una entry. Sento parlare meravigliosamente di questo prodotto, molti lo reputano anche migliore del mio amato Concentrato Attivo.



Costa una fucilata ma mi ispira tantissimo, nonostante non sia nemmeno un formato degno di nota. Non so se farò l'investimento, ma sarò tentata per tutto l'anno, credo.

- Styling Capelli: //



Le Tangle Teezer sono divise per categorie: detangling, blow-styling e  finishing. Io ne possiedo tre, appartenenti alle prime due categorie, ma sono davvero incuriosita riguardo a questa, da utilizzare dopo la messa in piega per un tocco finale.

MAKE-UP

- Primer: //

- Fondotinta: //

- Cipria: //

E' finalmente arrivato il momento di provare questo agognato correttore, già in lista lo scorso anno. Grazie ad una recentissima ed inaspettata beauty adoption è nelle mie mani, pronto per essere testato.


Anche questo è una futura voce spuntata del post riepilogativo di fine anno. E' arrivato proprio la settimana scorsa, per il mio compleanno, ed ha rivoluzionato completamente la mia idea di illuminante.

- Blush: //

- Bronzer: //


Sono usciti da poco ma stanno facendo parlare tantissimo, inoltre ho un ossessione per i rossetti opachi, liquidi e non, quindi penso proprio che ne proverò almeno uno.
Poi, insomma, si tratta di rossetti... Non ci sono limiti.

- Lipgloss: //

- Matita Labbra: //



Mi piacciono tantissimo i mascara con questa tipologia di scovolino e di questo in particolare sento parlare molto bene.

- Primer Occhi: //

- Ombretto Mono/Pigmento: non dovrei assolutamente acquistare altri ombretti, ne sono davvero piena, ma è il mio tallone d'Achille e quindi penso proprio cederò...

- Ombretto in crema: //

- Glitter: //

               Urban Decay Full Spectrum

Due palette agognate, che sono già tra le mie mani. 

- Eyeliner: //

- Matita Occhi: //

- Prodotto per Sopracciglia: //

- Smalto: //

VARIE & EVENTUALI

- Pennelli: //

- Accessori: //

- Extra: //

Ce l'abbiamo fatta... Spero di non essermi dilungata troppo, di avervi incuriositi, di poter leggere presto le vostre risposte, quindi non dimenticate di taggarmi e di usare l'hashtag #ProdottiPROva.

Non posso, infine, non taggare le mie parters in crime:

Potete trovare il post di Misato QUI e quello di Ariel QUI.

Alla prossima,