martedì 6 agosto 2013

Prodotti Bye Bye#6: Aprile, Maggio, Giugno e Luglio. 1a PARTE.

Un mese rimandi perché hai finito poca roba, l'altro perché c'è quel prodotto lì che sta quasi per terminare e non ti va di lasciarlo fuori, l'altro ancora perché sei troppo pigra per fare le foto ecc ecc...
E alla fine ti ritrovi con una montagna di prodotti terminati, millemila foto da fare e tanta roba di cui parlare... So me...
Quindi, vi avverto, sarà un post taaaanto lungo e che ho dovuto scrivere DUE VOLTE! >.<
Bando alle ciance e cominciamo!


NON LO SO cosa mi diceva la testa quando ho acquistato questo prodotto, io ODIO i prodotti Leocrema, a cominciare dalla crema in barattolo blu simil-Nivea.
Quando si avvicina l'estate, sono solita comprare una confezione di fanghi e mi sono trovata sempre molto bene con quelli a marchio Geomar.
A fine Agosto, lo scorso anno, ho acquistato questi perché erano in offerta e invece di risparmiare un paio di euro, rispetto al prezzo degli altri, ne ho praticamente buttati sette!
Hanno una consistenza eccessivamente liquida e ciò rende l'applicazione davvero laboriosa, con la certezza di sgocciolare ovunque. Se a questo però si fosse affiancato una qualche sorta di effetto tonificante, avrei chiuso un occhio, invece nulla.
Ho scritto anche al servizio clienti, chiedendo spiegazioni, pensando che magari fosse la mia confezione in qualche modo difettosa, ma mi hanno confermato che il prodotto è proprio così! Insomma fa veramente schifo, non è stato un caso...

A prezzo pieno costa circa 10,00€ per 500g di prodotto, che mi sono durati pochissimo, un mese forse o poco più.

La reperibilità è abbastanza buona: si trova agevolmente sia all'Auchan che all'Ipercoop e nei negozi tipo Acqua&Sapone.

Ve lo sconsiglio calorosamente.

Unico pro è che ho riciclato la confezione per fare il mio scrub corpo preferito (miele, olio di mandorle dolci, sale grosso, cacao amaro e posa di caffé).


Vi avevo già scritto qualche prima impressione su questo prodotto nel post haul di EccoVerde e la mia opinione a prodotto terminato non è cambiata poi molto, non in positivo almeno, anzi, sicuremente è più negativa.
Confermo il fatto che si tratta di uno shampoo molto delicato, ha eliminato la lieve dermatite da stress che ho avuto nell'ultimo periodo e mi ha lenito la cute arrossata a seguito di due trattamenti aggressivi che ho fatto a breve distanza di tempo l'uno dall'altro. Trovo anche che lavi molto bene e che i capeli rimangano puliti a lungo. Nonostante ciò, non è uno shampoo adatto a me.
Innanzitutto è durato sette lavaggi, davvero troppo poco, nonostante dalla seconda volta in poi io lo utilizzassi diluito (cosa che è consigliata per tutti gli shampoo, in particolare quelli eco-bio. O almeno così ho letto). La consistenza quasi gellosa non facilita la distribuzione sui capelli e tende ad annodarli terribilmente, rendendoli stopposi al limite del tollerabile. "Grazie a lui" ho consumato vagonate di balsamo, unico modo per districarli dopo il lavaggio. Non l'ho trovato affatto nutriente e la morbidezza dei miei capelli non credo proprio sia attribuibile a lui ma ai trattamenti post shampoo che ero costretta a fare.

Il prezzo è di 3,99€ per 200ml
Sconsigliato anche lui!
Potete trovarlo al NaturaSì, su EccoVerde e in molti altri stores online.


Dopo un anno e due mesi di utilizzo, è finita... Vi avevo mostrato questa matita ed il suo swatch nel post degli acquisti torinesi di Giugno scorso, in cui avevo espresso anche le mie iniziali perplessità.
In effetti, il rapporto con lei non è stato semplice, diciamo che ho imparato ad apprezzarla col tempo, soprattutto per quanto riguarda la sua versatilità.
Quando l'ho vista in negozio, le prime cose che mi hanno attratta sono state il tratto nero intenso e la morbidezza. Sul sito viene definita forever-lasting and waterproof quindi mi aspettavo una matita che durasse davvero tanto.
La prima volta che l'ho applicata, a Milano, con un'afa pazzesca, dopo pochissime ore semplicemente non c'era più. Potete immaginare il mio disappunto. Ok, non era colata, non si era sciolta, ma era scomparsa e ciò è lontano anni luce dall'essere forever-lasting. Confesso di essere rimasta talmente delusa da averla accantonata per un bel po' di tempo, ricominciando ad usarla verso metà Agosto. Credo di averla testata in ogni modo possibile e immaginabile: nella rima interna con ogni tipo di temperatura, come eyeliner lungo la rima esterna, sfumata lungo le ciglia, come base per smoky eyes. Dopo tanto tempo posso dire che è una delle migliori matite che io abbia mai usato. No, non si tatua nella rima interna, come avevo sperato, ma, utilizzando alcuni accorgimenti, riesce a durare intatta per diverse ore. Di solito, prima di applicarla, "asciugo" la rima con un bastoncino di cotone e ripasso due o tre volte il colore, magari aspettando qualche secondo tra un'applicazione e l'altra. In questo modo, anche con il caldo più afoso, mi è durata intatta fino a sei ore, per poi cominciare gradualmente a sbiadire ma senza MAI sbavare. Applicata lungo la rima esterna invece è assolutamente e incredibilmente resistente, sia come eyeliner sia sfumata, nel primo caso, vista la consistenza della mina, molto morbida, prelevo il colore con un pennellino e procedo a tracciare la linea. L'ho testata anche a mare, in acqua (ed io mi faccio il BAGNO, con tanto di tuffi, immersioni e roba varia, non mi immergo fino all'ombelico, ingioiellata e con gli occhiali da sole. Giammai!) e ha cominciato a sbiadire dopo quattro o cinque ore. Continuavo a chiedere al mio fidanzato "C'è la matita? C'è la matita?".
Ottima anche come base, per la buonissima sfumabilità e resistenza. Quando l'ho utilizzata, il trucco non mi è mai andato nelle pieghette, ma, sapete bene, io non ho la palpebra oleosa e raramente ho avuto questo problema.
La ricomprerei? L'ho già ricomprata, anche se nel formato travel.
Il prezzo è di 16,90€ e la trovate nei negozi Sephora o facilmente online.


Questo balsamo esisteva già quando io ero bambina. Molti anni fa. In casa mia è sempre stato presente, assieme allo shampoo alla mela verde (se lo ricorda qualcuno? *__*), soprattutto per il suo costo decisamente basso.
Non l'ho mai amato, nemmeno dopo il suo "boom" telematico. Sui miei capelli questo prodotto fa poco e niente e non potrei mai usarlo da solo per districarli dopo lo shampoo.
In estate però ne consumo a vagonate ed ora vi dico perché.
Quando finalmente arrivano le ferie (ancora 52 ore e 19 minuti!!!), avendo il mare a dieci minuti di macchina, io ed il mio fidanzato ci andiamo praticamente ogni giorno, col risultato che dovrei lavare i capelli ogni giorno, appunto, cosa che mi ridurrebbe la testa come uno scopettino di paglia in pochissimo tempo, essendo già molto sensibile a sole e salsedine, che mi vanno a seccare tantissimo le lunghezze.

Essendo molto fluido e leggero, posso utilizzare questo balsamo in grande quantità, da solo, dopo il mare, per idratare e profumare i capelli. Mi toglie facilmente i residui dell'olio protettivo che ho usato in spiaggia e me li lascia pulitissimi e leggeri. In questo modo posso fare tranquillamente lo shampoo una o due volte alla settimana, come al solito.

Da quando ho cominciato ad utilizzare lo shampoo Lavera, lo Splend'Or ha evitato che consumassi quantità spropositate del Balsamo di Biofficina Toscana, che, avendo un costo abbastanza alto, mi sarebbe dispiaciuto non poco terminare velocemente, consentendomi di applicare il primo su cute e lunghezze in dosi generose ed il secondo sulle punte.

Il costo oscilla tra  0,90€ e 1,50€, ha una buona reperibilità e un INCI accettabile.

L'ho già ricomprato.


 Comprato a Roma il 1°Maggio (avevo il terrore che durante il concertone le zanzare avrebbero banchettato con le mie braccia!), sarà la prima delle decine di bombolette che finirò da ora a fine estate. Senza uno spray anti-zanzare non potrei proprio vivere, per due semplici motivi:

1) se c'è una zanzara nel raggio di chilometri e millemila persone, state tranquilli che verrà a pungere me!

2) una semplice puntura di zanzara, su di me, diventa un bubbone enorme, caldo, dolorante e pulsante, che nel 90% dei casi crea un'ulcerazione persistente con conseguente macchia.

Dopo anni di Autan, che non mi ha mai delusa, ho preso Off solo per una questione di prezzo (pochi centesimi di differenza in effetti, mica chissà cosa) e devo dire che non mi sono trovata affatto male. Sulla pelle lo percepisco di meno rispetto all'Autan, ha un odore più gradevole e l'azione protettiva dura a lungo, più o meno dieci ore. Lo applico anche sul viso (sì, mi pungono anche in faccia quelle zozze!), spruzzandolo prima sulle dita e poi picchiettandole sulla pelle e non mi ha causato nessuna particolare reazione.

Il prezzo si aggira attorno ai 7,99€

Adesso sto usando il Vape Derm Invisible, che è a base di Icaridina e non di DEET come Autan e Off, che ho letto essere più tossico della prima. Vedremo l'efficacia.
Ne approfitto per riportarvi un brevissimo riassunto delle sostanze repellenti maggiormente impiegate per evitare le punture di insetti:



Icaridina(KBR 3023) È uno dei più recenti principi attivi immessi sul mercato. Ha scarso assorbimento cutaneo, caratteristica che consente l’applicazione anche a bambini con più di 2 anni ( escluso le formulazioni spray ). Può avere efficacia dalle 3 alle 10 ore in proporzione alla quantità applicata sulla cute. La dose di prima efficacia è di 0,02 mg di principio attivo per cm2 di cute. Ha effetto repellente contro zanzare, mosche, tabanidi , simulidi e zecche
Dietiltoluamide (DEET) E’ il principio attivo di maggiore applicazione. Ha caratteristiche di persistenza della protezione e repellenza simili a quelle del KBR 3023, in rapporto alla concentrazione di principio attivo. Si trova in commercio con formulazioni dal 7% al 35% di concentrazione. Alla concentrazione più bassa può essere applicato a soggetti con più di 12 anni di età. Alle concentrazioni più elevate può irritare la pelle ed è sconsigliata l’applicazione sul viso
Estratti vegetali(eucalipto, citronella, geranio, lavanda, piretro, bergamotto, timo, ecc.) Il principio attivo più efficace è il Paramatandiolo ( Citrodiol ) ricavato dall’eucalipto. Devono essere usati ad elevate concentrazioni per assicurare una protezione prolungata con possibili odori sgradevoli anche alle persone
sono efficaci per pochi minuti, quindi devono essere ripetutamente applicati
Trovano concrete applicazioni per la protezione di bambini inferiori ai 2 anni di età
Apparecchi ad ultrasuoni Non esistono sperimentazioni che dimostrino l’efficacia ad uccidere o allontanare zanzare
Permetrina
(piretroide)
Principio attivo usato per impregnare indumenti e zanzariere, con azione repellente contro le zanzare in zone endemiche. Persiste anche al lavaggio dei tessuti, e poco tossico per i mammiferi e scarsamente assorbito dalla pelle. Deve essere usato per brevi periodi ed in località endemiche di Malaria, Dengue, Chikungunya  e West Nile




Non mi dilungo molto su questa crema, potete leggere la mia recensione QUI.




















E' il secondo che termino e durante l'utilizzo mi sono detta centinaia di volte che lo avrei dovuto recensire.

Spesso si sottovaluta (troppo spesso in realtà) il tempo che una persona, che sia una blogger, youtuber, amica, cugina, vicina di casa, si prende per testare un prodotto e consigliarlo e, quando è stato lanciato questo "mascara rivoluzionario", dopo pochi giorni, già fioccavano le dichiarazioni d'amore nei suoi confronti.

Anche io, se ve ne avessi parlato all'inizio, ne avrei detto solo bene, estasiata dall'effetto che aveva sulle mie ciglia e che vi ho anche mostrato in questa foto su FB, risalente al 18 Ottobre scorso:

Bene, dopo quasi dieci mesi e dopo DUE confezioni di mascara terminate, posso dirvi con certezza che questo prodotto rimane una grande incognita.

L'effetto è senza dubbio molto bello: volumizza, incurva e allunga, è estremamente nero e dura a lungo.

Peccato che questo risultato sia assolutamente scostante.

Ho dovuto cestinare il primo tubetto dopo tre mesi, il prodotto all'interno era diventato estremamente pastoso, incollava le ciglia ed era ingestibile.

Il secondo è durato di più, ma gli ultimi mesi ho fatto davvero fatica ad utilizzarlo, per gli stessi problemi.

Sinceramente, spendere dieci euro per un mascara le cui prestazioni siano così discontinue non mi va assolutamente.

Sconsigliato!

Il prezzo oscilla tra i 9,90€ ed i 14,00€, potete trovarlo in tutte le profumerie che trattano il marchio Pupa.



Possiedo questa cipria da più di un anno, ma l'ho utilizzata costantemente ed esclusivamente da Ottobre/Novembre.

Il motivo che me l'aveva fatta scegliere è senza ombra di dubbio la promessa di minimizzare i pori, oltre al fatto che fosse un prodotto versatile, utilizzabile sia come cipria che come primer.

L'ho testata in entrambi i suoi utilizzi e posso dire tranquillamente che è una delle migliori ciprie mai provate.

La sua polvere, incolore, è finissima e quasi impalpabile, non crea spessore sulla pelle, uniforma l'incarnato minimizzando i pori e conferendo al viso un effetto levigato ma naturalissimo.

Provata su fondotinta mediocri, ne aumenta sensibilmente la durata, dando anche un effetto sufficientemente opaco che dura almeno quattro o cinque ore durante la stagione fredda e due o tre ore con il caldo asfissiante.

Ultimamente la mia pelle è molto cambiata e la combinazione P&P e fondo Everyday Minerals non mi garantiva una lunga tenuta del trucco, migliore invece la tenuta con fondotinta fluidi.

La scorsa estate invece non ho avuto alcun problema di lucidità, utilizzando questa cipria sia con prodotti cremosi/fluidi che con prodotti in polvere, ma la mia pelle era decisamente meno oleosa.

Ho utilizzato il prodotto come base sotto al fondo minerale, che tende ad evidenziare troppo i pori dilatati e non solo l'effetto era visibilmente migliore ma la stesura risultava più agevole.
Ottima per fissare il correttore nel contorno occhi, una zona estremamente delicata per me e che facilmente tende a seccarsi ulteriormente.

La riacquisterei? Assolutamente sì, ma temo di dover cambiare adesso che la mia pelle è decisamente instabile.

Il prezzo è di 28,90€ e potete trovarla da Sephora.


Sarà la quarta confezione che termino e lo inserisco puntualmente nei prodotti terminati.

Pessimo come tonico (appiccicaticcio, schiumogeno), ottimo come struccante.

Lo utilizzo ormai da tantissimi mesi e non mi ha mai dato problemi, rimuove facilmente sia il trucco viso che il trucco occhi.

Ha un prezzo decisamente basso, 4,00€ circa, ed una buona reperibilità, essendo un prodotto a marchio Coop, infatti, potete trovarlo negli ipermercati di questo brand.

Consigliatissimo.








Lo avevo acquistato per i capelli, sia da utilizzare come impacco pre-shampoo, sia per lo styling, ma non va assolutamente bene per me, mi appesantisce tantissimo le lunghezze e facilmente mi unge le punte.

Utilizzato assieme ad acqua distillata e ad un altro olietto, costituisce un ottimo struccante bifasico da utilizzare per rimuovere il trucco occhi.

L'ho utilizzato anche per fare scrub viso o corpo e in entrambi i casi mi ha lasciato la pelle molto morbida.

Il prezzo mi pare si aggirasse attorno ai 7,90€ e lo trovo facilmente negli ipermercati.

Non lo comprerò semplicemente perché non mi è indispensabile.








Mentre lo scrub di Bjobj di cui vi ho parlato QUI mi è piaciuto abbastanza, questo di Omnia Botanica non mi è piaciuto affatto.

E' il secondo prodotto che provo di questo marchio ed è la seconda delusione.

Questa crema esfoliante viso ha solo difetti, per quanto mi riguarda: puzza, è unta, non scrubba, la consistenza è troppo fluida e scivola sul viso senza dare il tempo di effettuare un buon massaggio.
L'odore persiste sulla pelle, così come la sensazione di pesantezza e untuosità. Dopo averla utilizzata la pelle non mostra alcun cambiamento particolare, o meglio non mostra alcun cambiamento positivo particolare.

Ho faticato tantissimo a terminarla e non la ricomprerei nemmeno sotto tortura.

Il prezzo è di circa 7,00€ ed è un marchio che trovo sia all'Auchan che all'Ipercoop.




Prodotto bocciato. Potete leggere la mia review QUI.









Questi due campioncini di crema/gel viso mi sono durati un'eternità e posso dire con certezza che si tratta di un prodotto pessimo, che non incontra né le mie aspettative, viste le caratteristiche decantate, né le mie esigenze.

Aquasource dovrebbe essere un gavettone di idratazione e leggerezza che lascia il viso fresco e idratato per "oltre 48h".

Non conosco l'INCI, ho buttato le scatoline subito dopo aver ricevuto i campioncini (e non ricordo nemmeno in quale negozio/profumeria), ma sicuramente non è nulla di sorprendente.

I due tubetti, da 10ml ciascuno, mi hanno consentito di utilizzare ìl prodotto per un più che sufficiente periodo di tempo e posso dirvi che, sì, si tratta di un gel leggero, inizialmente fresco e a rapido assorbimento, ma NO non idrata manco per niente e NO non è fresco. La sensazione, appena applicato, è di estremo calore, la pelle del viso mi si arrossa vistosamente e anche se il tutto dura pochi secondi, non mi piace affatto.

Anche dopo che la vampata di calore è passata, è come se questa crema si sentisse. La pelle è sì liscia e asciutta, ma percepisco come un leggero film che non me la lascia respirare.

Bocciatissima, soprattutto considerando il prezzo decisamente alto: 36,00€ per 50ml.

Concludo qui la prima parte di questo post. Oggi blogger fa i capricci e dopo avermi cancellato il post stamattina e averne cancellata un'altra metà oggi pomeriggio, sto per avere un lieve esaurimento nervoso, considerando che lo sto scrivendo DA GIORNI e che fa un caldo che dovrebbe essere vietato stare al pc per più di mezz'ora.

Spero di riuscire a postare gli ultimi prodotti terminati domani, blogger permettendo.

Voi cosa avete finito questo mese? Avete provato qualcuno di questi prodotti? C'è qualche perplessità o domanda che volete farmi?

Vi auguro una buona serata.

Alla prossima

13 commenti:

  1. Il mascara vamp mi ha sempre incuriosita proprio per le recensioni contrastanti...ma mi sa che rimango fedele al mio di kiko!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene... E' un terno al lotto questo mascara.

      Elimina
  2. Il mascara vamp mi ha sempre incuriosita proprio per le recensioni contrastanti...ma mi sa che rimango fedele al mio di kiko!

    RispondiElimina
  3. Ciao Miki,
    sei stata esaurientissima nelle tue spiegazioni per ogni prodotto. Il vamp non l'ho mai acquistato e continuo nella mia scelta, ho da finire il Bellapierre come mascara che mi sta durando una vita, non è male ma sono ancora alla ricerca di un mascara che faccia il suo lavoro, e sono molto intrigata a comprare quelli colorati di Chanel che ho provato sugli occhi e mi piacciono in un modo pazzesco.
    Piccolo consiglio che ti do per gli shampi bio è di diluirlo e di alternarlo non usare sempre lo stesso perchè la cute tende ad abituarsi. Dopo un anno e mezzo dalla scelta di cambiare shampi non tornerei mai più a quelli siliconici perchè quest'estate i miei capelli non sono diventati stoppa neanche per una volta al mare. Si sono corti ma non metto mai balsamo ( prima diventavano stoppa anche con il balsamo) il fatto che gli shampi naturali ci impiegano di più a riequilibrare la situazione dei capelli. Ti consiglio di provarne altri e alla fine ti troverai bene. Per i prodotti di omnia botanica mi sono trovata bene con la crema corpo all'argan e i suoi bagnoschiuma per il resto non ho provato nulla. Come scrub viso sono ancora alla ricerca di un buon prodotto. Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il consiglio Alex. Io di solito mi lavo i capelli sotto la doccia (a testa in giù si crea un groviglio unico, soprattutto con gli shampoo bio) e diluisco sempre il prodotto. Sto anche cercando di alternare spesso, anche se la cosa non mi piace perché non mi fa capire bene l'azione che ha un prodotto sui miei capelli.

      Elimina
  4. A me il Pupa Vamp non è piaciuto molto, l'effetto era sì carino ma la formula non mi piace molto. Avevo il blu quindi non ho idea se sia diverso dagli altri colori però era abbastanza difficile da lavorare :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace l'effetto, è davvero esagerato come piace a me, allunga e volumizza... Poi però si secca ed è uno strazio pazzesco.

      Elimina
  5. Mi sa che il mascara vamp dura sempre meno del pao da quello che ho letto in giro.
    La primed and poreless mi ispira parecchio, però mi chiedo se alla fine non sia simile alla Hollywood come effetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho usato e finito un sample della Hollywood e posso dirti che è molto diversa dalla P&P. La cipria di Neve tendeva a seccarmi moltissimo il viso e mi dava un aspetto gessoso, quella di Too Faced assolutamente no.

      Elimina
  6. Hai finito tantissime cose!! Anche io è da un po' che non faccio questo genere di post perché penso "no ne ho finite poche" oppure "ho qualche prodotto che è agli sgoccioli, aspettiamo" ecc ecc xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non aspetterò mai più! XD Anche se dovessi finire un solo prodotto lo mostrerò... E' stata una faticaccia finire questo post.

      Elimina
  7. La Primed & Poreless la desidero da tanto tanto tempo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso che l'ho finita la desidero di nuovo anche io...

      Elimina