lunedì 13 gennaio 2014

Una Nota di Colore #3: The Empyrean, John Frusciante

Musica è arte, musica è vita, musica è colore.

La musica può essere il filo invisibile che lega le persone, che consente loro di scoprire e di scoprirsi.
Può essere confronto, accordo e disaccordo.

La musica è storia ma anche moda, insegnamento e intrattenimento.

"Musica" è la parola chiave di questa nuova collaborazione, che vede, di nuovo, affiancato MikiInThePinkLand a LA is My Dream.


"Una nota di colore" è il nostro modo di raccontarvi qualcosa di noi, un modo per conoscerci e per farci conoscere. Una sorta di "get ready with me" che tanto è in voga su YouTube, con la differenza che il risultato finale è dettato unicamente dalla musica.

In questi dodici appuntamenti mensili, vogliamo fare un viaggio alla scoperta dei nostri album preferiti, raccontarveli, condividere con voi il ruolo che essi hanno o hanno avuto nella nostra vita e, ad ogni album abbineremo un trucco e vi mostreremo i prodotti utilizzati.

Spero che l'idea vi piaccia come è piaciuta a noi, che la coltiviamo ed elaboriamo da oltre un anno.

Ogni secondo lunedì del mese, quindi, vi aspettiamo qui a cantare e truccarvi con noi!

Prima di parlarvi dell'album scelto da Patty per il post di questo mese, voglio ringraziarvi per il modo in cui avete accolto questa collaborazione.
I commenti allo scorso post sono stati tanti e bellissimi e ci avete dato un'ulteriore spinta a continuare per questa strada.

The Empyrean di John Frusciante è uno degli album preferiti da Patty ed io non avevo mai sentito nessun suo lavoro da solista.
La mia conoscenza di questo artista si limitava ai lavori con i Red Hot Chili Peppers, soprattutto in Californication.
Dopo la voce, che rimane per me lo strumento più interessante in una band, la chitarra è quello che attira di più la mia attenzione e per questo è stato davvero un piacere ascoltare l'album, in cui emergono chiaramente le doti di Frusciante, che vanta una discografia impressionante e la sua produzione abbraccia diversi generi e si ispira a diverse correnti.

The Empyrean, in particolare, viene definito l'apice del suo percorso da solista. Un percorso introspettivo e spirituale in cui si riconoscono influenze del rock anni settanta, con accenti sintetico-digitali davvero ben armonizzati.

Ho apprezzato questo album come sottofondo, in quanto non ritengo che ci siano canzoni che spiccano rispetto ad altre, ma sicuramente degna di nota è Before the Beginning, completamente strumentale. Non me ne voglia Patty, non me ne voglia Frusciante, sarà un grande chitarrista ma non è un grande cantante, quindi ho poco apprezzato la sua voce in tutti gli altri brani.


Questa prima traccia è trascinata, graffiante, il suono della chitarra è incisivo, pulito, appasionante e profondo. Tocca le corde dell'anima e le scuote inaspettatamente.

Non posso che dire grazie a Patty, per aver scelto quest'album e per avermelo fatto conoscere.


Ma veniamo al trucco. Intrigata dai colori della cover, ho deciso di ispirarmi prevalentemente a quella e questi sono i prodotti che ho utilizzato:


Per la base viso:

- Fondotinta Mac Studio Fix Fluid in NW20

- Correttore per le imperfezioni Mac Select Cover Up NW20

- Correttore per le occhiaie Maybelline Fit Me! (ignoro il numero, si è cancellato)

- Cipria Essence All About Matt!





Per le sopracciglia:

- Kiko Precision Eyebrow Pencil n°02, Castane Scure

- Max Brow Set in Show-Off











Sulle guance:

- Kiko Soft Touch Blush n°111, Rosa Antico Scuro












Per il trucco occhi:

- Kajal Bianco nell'angolo interno, sotto l'arcata e nel primo terzo di palpebra mobile

- Kiko Eye Pencil n°106 (vecchia numerazione), un celeste scuro satinato, nel primo terzo di palpebra mobile, sfumato con il bianco

- Kiko Longlasting Stick Eyeshadow, n°18, Verde Ardesia (ma dde che?! E' un grigio chiaro...) al centro della palpebra mobile, n°19, Antracite, nell'angolo esterno, n°09, Verde Nilo, lungo la metà interna di rima inferiore e n°04, Cioccolato Dorato, nella metà esterna di rima inferiore.

Dopo aver sfumato bene i colori tra loro, ho applicato le polveri:

 Dalla Naked Basics di Urban Decay

- W.O.S. nell'angolo interno e sotto l'arcata sopraccigliare

- Naked 2 nella piega dell'occhio

Dalla Book Of Shadows IV di Urban Decay

- Crystal, nell'angolo interno

- Hijack al centro della palpebra mobile

- Gunmetal nell'angolo esterno

- Bender lungo la metà interna di rima inferiore

- Lost lungo la metà esterna di rima inferiore

- Zephyr come illuminante nell'angolo interno


- Kajal Chocolate di H&M

- Kiko Volumeyes+ active mascara

- KikoFalse Lashes Concentrate Lengthening Top Coat Mascara











Sulle labbra:

- Urban Decay Super Saturated High Gloss Lip Color in Glinda.












E questo è il risultato finale:











Ed eccovi un'anteprima del trucco di Patty, per leggere il suo post basta cliccare QUI


Che ne pensate? Conoscevate quest'album?

Al mese prossimo,

Patty&Miki.

11 commenti:

  1. Davvero bellissimo, sei stata molto più brava di me a riprendere i colori dell'album e no, non mi offendo, so che la sua voce non è tutta sta gran cosa e sono decisamente meglio le sue mani quando stringono la chitarra e danno vita a quelle melodie. Rispetto agli inizi è migliorato tanto come cantante ma il tono di voce lascia a desiderare e può non piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che a me piacciono le belle voci (quella di Andrea, uno a caso XD). Come chitarrista però nulla da dire.

      Elimina
  2. Teoricamente, avendo io la Book Of Shadows IV potrei provare a ripetere questo bellissimo trucco occhi. Teoricamente. (bravissima!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, lo fai sembrare chissà cosa, invece non è nulla di che!
      Grazie mille.

      Elimina
  3. Aaaaah, quanto mi piace questo appuntamento. E complimenti davvero a Patty per i gusti musicali, molto molto interessanti. I trucchi sono fantastici, complimenti a tutte e due. Mi raccomando, continuate a deliziarci con queste belle perle musicomeicappose, che siamo curiosi... Brave brave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amore mio, ho l'impressione che il prossimo mese ti piacerà particolarmente.

      Elimina
    2. Grazie Tony! Ho immaginato potesse piacerti visto che mi ricordavo che anche tu sei appassionato dei Red Hot, però non tutti i loro fan conoscono anche i lavori di Frusciante. Diciamo che la scelta è stata anche per fargli un po' di pubblicità in Italia, oltre che perché vado matta per lui.
      XD

      Elimina
  4. bender applicato in quel modo è fantastico!!!! *.*

    RispondiElimina
  5. Il trucco che hai fatto è una figata e questa rubrica lo è altrettanto, sarò curiosissima di seguire le altre puntate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! Sono contenta che vi piaccia...

      Elimina