lunedì 26 settembre 2016

#13: I'm Feeling... like a painting - A self-portrait by Frida Kahlo

"I'm Feeling" è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall'unione di quattro diverse personalità: Miki di MikiInThePinkLand, Patty di LA is My DreamSelly di A Cosmetic Pie e Jessica di Cherry Diamonds Lips MakeUp.

I'm Feeling vedrà l'alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d'animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.

Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l'una dall'altra.


Buon inizio di settimana a tutti. Oggi non solo torno a postare sul blog, ma torna anche una delle rubriche a cui tengo di più e che abbiamo deciso di dedicare, stavolta, ad alcuni pittori famosi ed alle loro opere.
Devo essere onesta: quando abbiamo scelto il tema, ero abbastanza timorosa. Io amo l'arte, la Storia dell'Arte ed i pittori in particolar modo. Ce ne sono tantissimi che mi piacciono e tante opere che mi fanno rimanere sempre a bocca aperta. Tuttavia trovo che per riprodurre o anche solo per ispirarsi a capolavori del genere ci voglia una tecnica notevole, oltre a strumenti specifici e professionali che io ovviamente non possiedo. Ma, come vi dico sempre, siamo qui per divertirci e per metterci in gioco.
Quando ho realizzato il trucco, era fresca la mia vera e propria fissa per Frida Kahlo. Chi segue il blog sa che, qualche mese fa, la rubrica Ritratto di Signora ha ospitato l'articolo di una talentuosa scrittrice italiana, Francesca Diotallevi, dedicato proprio alla nota pittrice messicana (se ve lo siete perso, cliccate QUI). Ho letto moltissimo su questa donna inarrestabile, anticonformista e talentuosa. Più leggevo della sua forza più rimanevo affascinata. Sono stata ore ad ammirare le sue opere, così cariche di emozioni e di significato.
La sua espressione accigliata, addolorata, la sua bellezza così lontana dai canoni odierni ed il suo fascino quasi ipnotico.
"Dipingo me stessa perché passo molto tempo da sola e sono il soggetto che conosco meglio" 
Non so se è successo anche a voi, ma di fronte ad alcuni suoi quadri mi sembra quasi di assistere a qualcosa di troppo intimo e personale, tanto da dover distogliere lo sguardo.
« Pensavano che anche io fossi una surrealista, ma non lo sono mai stata. 
Ho sempre dipinto la mia realtà, non i miei sogni. »
Decidere di prendere spunto da uno dei suoi dipinti è stato quasi naturale, ma appena mi sono messa davanti allo specchio ero quasi spaventata.

Autorretrato dedicado al Dr. Eloesser
(1940)

Nel 1939, ai dolori con i quali Frida convive dopo l'incidente, si aggiunge un problema alla mano dovuto ad un'infezione funginea. E' il dottor Eloesser ad aiutare la donna ed alleviare i dolori dovuti alla malattia.
Frida dipinge questo autoritratto come ringraziamento, come si può leggere nella dedica alla base. Tantissimi i simboli presenti: la collana di spine, presente in diversi dipinti, simbolo di sofferenza ma anche di rinascita nella cultura precolombiana, rinascita rappresentata anche dai boccioli di fiori bianchi e foglie verdi presenti sullo sfondo; le mani, quella che mantiene lo striscione e l'orecchino, che nella cultura messicana simboleggiano la preghiera ai Santi e, in questo caso, anche la guarigione. A tutto questo si affianca la sua espressione impassibile, stoica, che non si piega al dolore.

Ho sempre concepito il trucco come un mezzo, non solo per esprimere me stessa, ma anche per sentirmi più bella o sarebbe meglio dire meno brutta, per correggere qualche difetto, per far risaltare le parti che considero più piacevoli del mio viso. Sapevo che realizzando un trucco che si ispirasse a questo autoritratto, non sarebbe stato facile poi mostrarmi. Non sarebbe stato facile accettare il mio aspetto e non vi nascondo che sono letteralmente terrorizzata ancora adesso che sono passati mesi da quel momento.
Nonostante ciò, ho adorato utilizzare il mio viso come una vera e propria tela, giocare con i colori, aggiungendo e togliendo per creare quei giochi di luce ed ombra che rendono il quadro così tridimensionale.

Ed eccomi qua, un misero e mediocre tributo ad una donna che con la sua vita, con la sua arte e con la sua morte mi ha insegnato tantissimo.
Siate clementi, sono perfettamente consapevole dei miei limiti e dei difetti, ma è stata un'esperienza fantastica, che mi ha permesso di approfondire un altro episodio della vita di Frida, un altro episodio che ne conferma la grande forza e caparbietà.
Non sto qui ad elencarvi i prodotti utilizzati, si tratta di comunissimi ombretti, blush, matite ed illuminanti, nei colori che, secondo il mio occhio, più si avvicinano a quelli del quadro.

Prima di salutarvi, come sempre, vi rimando ai veri e propri capolavori delle mie colleghe, che si superano ogni volta!
L'Urlo di Munch di LA is My Dream
Starry Night di Van Gogh di A Cosmetic Pie
Black&Violet di Wassily Kandinsky di Cherry Diamond Lips
Grazie per aver letto, alla prossima,


20 commenti:

  1. Trovo la tua interpretazione struggente e bellissima, per nulla mediocre.
    La forza d'animo di Frida e la sua anticonvenzionalità sono degli splendidi elementi da cui farsi ispirare.
    Mi ero persa il Post a lei dedicato ma rimedio immediatamente e fuggo anche dalle colleghe.

    Siete state meravigliose,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo. Ho un rapporto decisamente conflittuale con questo make-up: lo amo e lo odio. Ero seriamente tentata a cambiare soggetto ma alla fine ho assecondato la voglia di parlare di lei.

      Elimina
  2. Mi piace tantissimo questo episodio di I'm feeling e sia tu che Jess vi siete superate.
    Mediocre contributo esattamente dove??? Io vedo sfumature, vedo le sopracciglia uguali a quelle del dipinto, vedo i punti di luce e ombra dove dovrebbero essere senza risultare eccessivi. Hai davvero utilizzato il tuo viso come una tela e il risultato lo trovo assolutamente azzeccato. Ogni volta mi stupisci. Brava davvero. Complimenti.
    P.S mi mancava un sacco questa rubrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a me mancavano i tuoi commenti meravigliosi, grazie!

      Elimina
  3. Non mi sembra per nulla mediocre il tuo lavoro, anzi! Hai realizzato una completa trasformazione, ti faccio i miei complimenti Miki <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da una regina delle trasformazioni, ciò non può che farmi piacere. Ti ringrazio tantissimo.

      Elimina
  4. Miki, come già ti dissi la prima volta che vidi la foto, per me è esattamente il contrario di quello che dici: sei stata superlativa. Sei tu, ma sei anche lei e non sei affatto meno bella, anzi il contrario, sei DIVENTATA un'opera d'arte. Senza contare che amo Frida e le sue opere da impazzire, quindi con me sfondavi una porta aperta.
    Favolosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SElli, grazie mille... Non ho altre parole.

      Elimina
  5. penso di aver giá detto altrove, siete folli e bravissime <3 davvero pazzesco questo dipinto che ti sei fatta, sono assolutamente senza parole <3

    RispondiElimina
  6. mipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemmipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiacemipiace!

    Si, mi piace!

    RispondiElimina
  7. come sai adoro Frida e.. sei strepitosa!! mi sono emozionata a vederti, tutto perfetto. brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so e infatti in corso di realizzazione ti ho pensata spessissimo. Averti emozionata mi rende ancora più soddisfatta di ciò che ho fatto.

      Elimina
  8. Miki. Altra cosa in comune, amo Frida. Anche io come te sento un legame con questa donna, con questa guerriera.
    L'hai rappresentata in modo eccelso. Il lavoro che hai creato è meraviglioso e se ne riesce a carpire l'essenza.
    Come sempre, ti sei superata. Stupendo <3 E vado leggermi subito l'articolo di su Frida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jess, sei sempre così carina con me, ti ringrazio tantissimo...
      Frida è una donna la cui storia mi ha davvero catturata. La sua vita e le sue scelte sarebbero criticate ancora oggi, figuriamoci a quei tempi. E' stato bello approfondire un po' la sua storia.

      Elimina
  9. Come dicevo a Selli, stavolta vi siete davvero superate. Meravigliosi lavori, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, anche per aver condiviso i nostri lavori.

      Elimina
  10. Eseguito in maniera perfetta! Una copia riuscita più che benissimo, brava brava brava *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie grazie... Non puoi immaginare che piacere mi fa.

      Elimina